Sezioni

Ottobre 2022
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

6 Dicembre 2022 home

Abruzzo Popolare

Sito di informazione quotidiana: politica, cronaca, economia, ambiente, sport, piccoli Comuni, editoriali e rubriche

LA SCUOLA DELLA TOTALITÀ di Gian Luca Bellisario, figlio dell’On. Nicola Bellisario

Nella Casa di Conversazione Benito Lanci del comune di Lanciano, in una gremita sala, si è tenuta la presentazione del libro, fresco di stampa

Pescara, 10 ottobre 2022.

Ad intervenire Il sindaco di Lanciano, Avv. Filippo Paolini, il Precedente Primo cittadino, Dott. Mario Pupillo e molte altre Autorità presenti insieme anche all’editore di Edizioni Mondo Nuovo, Enrico Faricelli, A moderare l’incontro è stato il giornalista Alessandro Di Matteo.

Nel volume l’autore ricostruisce e documenta l’esperimento pedagogico-didattico condotto dal padre Nicola Bellisario presso l’Istituto Magistrale C. De Titta di Lanciano dal 1956 al 1976, riconosciuto di rilevanza nazionale dal Ministero della Pubblica Istruzione e monitorato dal Centro Didattico Nazionale per i Licei.

“Il libro – commenta Lucia Genovese (prof. Ordinario F.R. di Pedagogia Generale, Università degli Studi G. d’Annunzio di Chieti-Pescara) – è una testimonianza delle tappe di vita di un cattolico impegnato e di un docente convinto nel rinnovamento del modo di fare scuola e di intendere la funzione dell’istituzione scolastica e dei suoi docenti, certamente riattuabile nel presente e per il futuro”.

Un’analisi sociologica viene invece offerta da Eide Spedicato Iengo (prof. Associato F.R. di Sociologia Generale, Università degli Studi G. d’Annunzio di Chieti-Pescara), la quale riconosce la versatilità del volume a prestarsi a più di una lettura: “Sul versante di quella sociologica lo è particolarmente per due motivi: vuoi perché ripercorre le tappe più significative di una peculiare strategia pedagogica, vuoi perché supera lo spazio specialistico su cui è costruito e induce a riflettere sui “vuoti” etici, educativi e culturali della nostra società, che Nicola Bellisario, attraverso il suo impegno professionale e politico, si era impegnato a colmare”.

Ospite della serata anche Francesco Bellisario, figlio dell’On. Bellisario, che ha ricordato l’impegno del padre nel mondo dell’educazione con le parole scritte dalla sorella Gabriella in occasione del 1° premio Bellisario. “Papà concepiva l’insegnamento come una forma particolare di amore paterno e concepiva l’amore paterno come espressione dell’amore di Dio. Lui con la sua vita ci indicava che se vuoi conoscere Dio partecipa alla forza del suo amore sia come amato e sia come amante nella relazione interpersonale tipica del processo educativo”.

L’incontro si conclude con l’intervento dell’autore, Gian Luca Bellisario, presente in videoconferenza, causa Covid, che ha sottolineato come, nella sperimentazione, ogni intervento educativo veniva studiato ed attuato dopo un attento monitoraggio delle esigenze più autentiche di ogni alunno ed elencando la lunga serie di riforme anticipale dalla scuola della totalità e poi attuate in tutto il territorio nazionale che rendono, l’esperienza, moderna e riproponibile.

Infine, le testimonianze toccanti di alcuni allievi e docenti che hanno preso parte da protagonisti all’esperimento didattico dell’On. Bellisario, confermandone con entusiasmo l’efficacia e ricordando con nostalgia e commozione l’esperienza vissuta.

image_pdfimage_print

About Post Author