Sezioni

Maggio 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

8 Dicembre 2022 home

Abruzzo Popolare

Sito di informazione quotidiana: politica, cronaca, economia, ambiente, sport, piccoli Comuni, editoriali e rubriche

NEL FINE SETTIMANA due appuntamenti dell’Orchestra Isa

I capolavori della musica concertistica europea dal ‘700 al ‘900

L’Aquila 26 maggio 2022. Doppio appuntamento per l’Orchestra dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese nell’ultimo fine settimana di maggio con la produzione dal titolo “Il solista con l’orchestra dal classicismo al ‘900”: sabato 28 maggio ore 18.00 presso la Paper Concert Hall del Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila e domenica 29, sempre alle 18.00 a Casa Onna nella frazione della periferia est aquilana.
Sul podio Marco Moresco, direttore residente della compagine orchestrale abruzzese, chietino di nascita, docente del Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara e molto legato al mondo musicale dell’intera regione.
In veste di solisti si esibiranno: il cornista Alessandro Monticelli, la flautista Silvia Colageo e il clarinettista Gianluca Sulli, Prime parti dell’Orchestra dell’ISA.

Al pubblico verrà proposto un caleidoscopico percorso musicale che si snoda tra il XVIII e il XX secolo. Il programma, infatti, prevede l’esecuzione del Concerto n. 3 in mi bemolle maggiore per corno e orchestra K.447 di Wolfgang Amadeus Mozart, brano tra i migliori lavori del genio di Salisburgo nel genere, vero e proprio punto di riferimento per tutta la produzione solistica per corno. Seguirà poi una delle pagine più felici di Giuseppe Saverio Mercadante e, più in generale, dell’intera produzione concertistica degli operisti italiani dell’Ottocento: il Concerto in mi minore per flauto e archi. Dopo Five Bagatelles per clarinetto e archi di Gerald Finzi, uno dei più importanti compositori britannici del ‘900, nell’arrangiamento di Lawrence Ashmore. Chiudono il concerto le Danze popolari rumene di Béla Bartók, uno dei protagonisti più importanti del Novecento musicale europeo: attento a tutte le esperienze che animarono la cultura del suo tempo, dall’impressionismo all’espressionismo fino alla musica di Stravinskij.
Spiega il direttore Marco Moresco: “Sono diversi gli aspetti di grande interesse di questa produzione che copre un arco temporale vastissimo, dal ‘700 con Mozart al ‘900 con una tra le composizioni più note di Béla Bartók. Al pubblico è offerta, in questo modo, la possibilità di apprezzare l’evoluzione della musica concertistica europea e di assaporare i diversi stili che si succedono nelle differenti epoche caratterizzandole. Allo stesso tempo, l’ascoltatore avrà una prova della grande versatilità di un’Orchestra come la nostra, in grado di confrontarsi con diversi repertori e di esaltarne le peculiarità. Infine, la partecipazione di tre delle Prime Parti dell’ISA in qualità di solisti è una prova della qualità di questa compagine, una delle 13 Istituzioni Concertistico Orchestrali italiane, un’eccellenza della nostra regione, alla quale tutti dovremmo pensare con orgoglio” conclude.

Il costo del biglietto per entrambi i concerti è di 1 euro e sarà possibile acquistare i titoli di ingresso in loco a partire dalle ore 16.00. Si ricorda l’obbligo di utilizzo di mascherina FFP2 per assistere al concerto.

Con questa produzione si conclude l’attività concertistica per la primavera dell’Orchestra dell’ISA che in estate sarà impegnata in importanti concerti sia in Abruzzo, nei principali festival della regione, che in tournée in Italia. Per maggiori informazioni: www.sinfonicaabruzzese.eu.

image_pdfimage_print

About Post Author