Sezioni

19 Aprile 2024 home

Abruzzo Popolare

Sito di informazione quotidiana: politica, cronaca, economia, ambiente, sport, piccoli Comuni, editoriali e rubriche

UNA GIULIESE COME ESEMPIO

Il Premio organizzato dall’ Assessorato e dalla Commissione alle Pari Opportunità, assegnato quest’anno a Leta Renzi e Aida Ruffini. Ieri, in sala consiliare, la cerimonia di consegna.

Giulianova, 10 marzo 2024. Aida Ruffini e Leta Renzi sono le due giuliesi che la Commissione e l’Assessorato alle Pari Opportunità indicano quale esempio da seguire. A loro, infatti, è andato il Premio Una Giuliese come esempio che, alla seconda edizione, ha visto un entusiasmo ed una partecipazione invidiabili.

In sala consiliare, ieri l’altro, c’erano il Sindaco Jwan Costantini, il Vice e assessore alle Pari Opportunità Lidia Albani, la presidentessa della CPO Marilena Andreani. C’erano le componenti della commissione e numerosi cittadini e cittadine. C’erano, soprattutto, Aida Ruffini e Leta Renzi, circondate dagli amici, dalla famiglia e dagli agenti della Polizia Municipale, con il  comandante Roberto Iustini.

Leta Renzi, non a caso, è stata la prima vigilessa d’Abruzzo, assunta a Giulianova nel 1973. Le agenti Annamaria Cipolletti e Federica Vasanella, ieri, hanno rappresentato una realtà presente che, come si è visto, affonda le radici in un passato cinquantennale. Ad Aida Ruffini, invece, va il merito di aver ricoperto l’incarico di assessore comunale, incarico assegnato per la prima volta, nel 1976, ad una donna.

L’attrice Sara Palladini ha moderato gli interventi. La storia di Giulianova, si è detto, è stata una storia di “Pari Opportunità”. Un percorso di crescita, quello del tessuto civico e dell’ abolizione della discriminazione di genere, che è andato in sostanza di pari passo.

image_pdfimage_print

About Post Author