Sezioni

Maggio 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

6 Dicembre 2022 home

Abruzzo Popolare

Sito di informazione quotidiana: politica, cronaca, economia, ambiente, sport, piccoli Comuni, editoriali e rubriche

IL CO.N.AL.PA. CHIEDE il ripristino degli spazi vitali degli alberi

Uno staff di esperti per i lavori Strada Parco Pescara

Pescara, 16 maggio 2022. Oggi si è svolto il sopralluogo della commissione permanente controllo e garanzia sul cantiere della Strada Parco, assieme al Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio. Ha partecipato anche il Comitato Strada Parco Bene Comune con suoi rappresentanti e attivisti. Il sopralluogo ha permesso di osservare dal vivo le numerose criticità scaturite intorno alle piante oggetto dei lavori.

Il Co.n.al.pa., supportato dal suo comitato scientifico, ha sottolineato ancora una volta il mancato rispetto degli spazi vitali degli alberi, con azioni che hanno toccato gli apparati radicali proprio  in prossimità della zona critica radicale. Tali interventi, che hanno visto anche l’asportazione di fasci di radici dalle palme, possono incidere negativamente sulla salute delle piante e sulla loro stabilità.

Sconvolgere, anche parzialmente, dei delicatissimi equilibri che gli alberi hanno sviluppato nel corso di molti anni, deve destare preoccupazione e attenzione. Il Co.n.al.pa., inoltre, ha spiegato come sia necessario intervenire tempestivamente coinvolgendo uno staff tecnico di esperti per valutare le criticità degli alberi toccati dai lavori e poi procedere al ripristino e miglioramento di rizosfera e spazi vitali, eliminando il cemento ed eseguendo lavori conservativi e di cura degli esemplari.

Resta chiaro, conclude il Co.n.al.pa. , che lavori di questa portata, eseguiti purtroppo con mezzi meccanici a ridosso di un viale alberato ampiamente sviluppato, si stanno dimostrando totalmente incompatibili con il delicato equilibrio del patrimonio arboreo nella zona, con il rischio di creare molteplici problemi alla sicurezza. Ecco perché sarà necessario, per il futuro, monitorare continuamente, con analisi scientifiche e strumentali sulla stabilità e sulla salute, tutti gli alberi toccati dai lavori.

image_pdfimage_print

About Post Author